Domande e risposte

Questa sezione verrà periodicamente arricchita dai quesiti più significativi e di interesse generale posti dagli utenti che potranno far pervenire le loro domande ad info@otticiprofessionisti.com.

Perché con il progredire dell’età subentrano problemi durante la guida di veicoli anche senza difetti visivi specifici?
Col passare degli anni il cristallino perde elasticità e l’occhio impiega più tempo a mettere a fuoco gli oggetti. Se si è alla guida, questo difetto può diventare pericoloso perché è fondamentale riuscire a mettere bene a fuoco tutto il campo visivo davanti a sé. Inoltre, invecchiando, la pupilla impiega più tempo a restringersi e a dilatarsi in base alla quantità di luce che la investe. E’ un fattore che può rendere pericolosa la guida se pensiamo, per esempio, ad una strada con gallerie in cui il passaggio dalla luce al buio è continuo e molto rapido. Accanto alla riduzione della qualità visiva provocata dal buio si presentano infatti i disturbi caratteristici provocati dal contrasto luce/buio: l’abbagliamento e gli aloni.

A quale età è utile fare il primo controllo della vista?
Una visione non perfetta può compromettere lo sviluppo del sistema visivo del bambino. Per questo motivo è estremamente importante far visitare i propri figli precocemente (prima dell’età scolare) per riconoscere e curare eventuali difetti o patologie dell’apparato visivo, allo scopo di prevenire un danno altrimenti irreversibile una volta raggiunta la completa maturazione. L'età massima per un primo esame visivo del bambino prescolare può essere i quattro anni di età, per non perdere il periodo più favorevole al trattamento di gravi problemi visivi e favorire lo sviluppo psico-motorio del bambino. Una corretta prevenzione della vista è l’unico strumento realmente efficace per diagnosticare i difetti prima che se ne manifestino i sintomi.

Posso fare il bagno in mare con le lenti a contatto?
L’acqua salata fa aderire le lenti a contatto troppo tenacemente alla cornea e quindi per fare il bagno in mare meglio utilizzare le giornaliere "usa e getta" perché non hanno il tempo di determinare un danno all'occhio. Da escludere invece le altre lenti morbide perchè l'alta concentrazione di sale del mare richiama acqua dalla lente e questo può provocare fenomeni irritativi. In generale quando si è in acqua è consigliabile utilizzare gli occhialini protettivi o la maschera, anche per evitare la fuoriuscita e le perdita delle lenti.

Perché è utile usare gli occhiali da sole soprattutto d’estate?
La luce del sole può provocare danni oculari molto gravi se se ci si espone senza un’adeguata protezione. D’estate infatti il naturale incremento della luminosità ambientale e della quantità dell’irradiazione ultravioletta può provocare fenomeni di abbagliamento e affaticamento degli organi visivi e i raggi UV possono danneggiare le delicate cellule della superficie dell’occhio (epitelio corneale), provocando bruciore e fitte sensazione di “corpo estraneo”. L’esposizione dei nostri occhi ad una luce troppo forte può inoltre causare l’infiammazione della cornea, la cataratta o la degenerazione maculare.
L’utilizzo di occhiali da sole con una corretta protezione UV è il modo più semplice ed efficace per assicurare la propria salute visiva.

Per l'Ottico